Gli opposti si attraggono e diventano stile.

Nemmeno il design sfugge all’irresistibile legge dell’attrazione degli opposti.
Passato e presente seguono un istinto estetico che li avvicina, come due magneti che esercitano un inevitabile potere di seduzione. Il risultato è un fascino senza tempo. Una contaminazione di visioni e forme che danno vita a una nuova percezione dello spazio, dove le geometrie incontrano i decori e la forza dei colori irrompe sul minimalismo dell’ambiente.

È quello che accade in questo bellissimo appartamento milanese dove la proprietaria, una stilista di un noto marchio di moda, ha scelto i rivestimenti di graniglia di marmo di MIPA per dare valore agli spazi.

Per la cucina è stato utilizzato il decoro Amleto che con il suo appeal decorativo crea giochi di contrasto con l’isola centrale in acciaio e gli arredi originali anni ’50 in stile svedese.

Per i bagni è stato scelto il decoro Assonometria in due varianti colore che con la sua essenzialità geometrica si abbina al minimalismo degli arredi.

Inoltre il pavimento in graniglia si innesta al parquet del corridoio creando un piacevole effetto.